Bando Cultura 2018 di Regione Lombardia

marzo 19, 2018 § Lascia un commento

Nei giorni scorsi è uscito il nuovo bando Cutura di Regione Lombardia per il 2018, che segue le direttive europee dell’anno del Patrimonio culturale.

Sono più di 4,5 mil di euro divisi in varie categorie di finanziamento.

Scadenza per presentare i progetti:  il 19 aprile.

Qui il bando completo.

Annunci

Grazie!

marzo 15, 2018 § 1 Commento

Esprimo in questa nota tutta la mia gratitudine per avermi accompagnata in questa sfida. Grazie per aver camminato, e a volte corso, con me portandomi a raccogliere 3691 preferenze in tutta la città metropolitana.
Questo significa che andrò  in Regione come Consigliere Regionale.
Spero di essere all’altezza di questa bella responsabilità: sono piena di energia e motivazioni per disegnare un futuro che non è già scritto, ma che ha bisogno di tanto impegno e disponibilità per essere migliore delle premesse attuali.
Perché nonostante il mio risultato personale, non possiamo non renderci conto che la sconfitta del centrosinistra è stata pesante, e molto, moltissimo ci sarà da lavorare per rimuovere macerie e ricostruire.
Saremo all’opposizione in Consiglio Regionale, e saranno anni in cui si dovrà fare un’opposizione incisiva e di qualità.
La minoranza ha un ruolo importante e dovrà impegnarsi a fondo in due direzioni: vigilare sull’operato di chi amministra e contemporaneamente fare proposte nell’interesse della collettività, trovando strade e metodi per essere ascoltati, per riportare al centro valori e lotta ad ogni disuguaglianza, per ridurre le distanze, che potrebbero essere sempre più marcate.
E’ stata una campagna collettiva, non mi sono mai sentita sola, e vorrei che anche il mio futuro impegno fosse condiviso. Per  ricostruire le premesse di una Lombardia di tutti, per tutti, di tutte per tutte.

Qui, il video racconto  con le immagini  della campagna.

 

Una grande regione moderna e civile non esclude nessuno

marzo 2, 2018 § Lascia un commento

Una grande regione moderna e civile non esclude nessuno.
Mi impegnerò per una Regione attenta alle necessità di tutti, sensibile e generosa, che sa offrire opportunità ai giovani, alle donne, alle famiglie di ogni genere e tipo.

Una Regione che pensa allo sviluppo di tutti i suoi territori, dove i servizi sono pensati per tutti i cittadini, attenta a non dimenticare nessuno, potrebbe essere finalmente amministrata con sensibilità, trasparenza e nel rispetto della legalità.

La Lombardia che intendiamo costruire con Giorgio Gori è la Regione di tutti, donne e uomini. Di chi è stato lasciato indietro e di chi arriva da lontano. Dei diritti civili, dell’accoglienza e della solidarietà.


SaveSave

LOTTA ALL’INQUINAMENTO

marzo 1, 2018 § Lascia un commento

POSSIAMO RIDURRE L’INQUINAMENTO IN LOMBARDIA

Sono necessari interventi strutturali sul riscaldamento domestico e sulla riduzione dei consumi energetici degli edifici pubblici e privati, sulla mobilità e il traffico. Dobbiamo attivare politiche di drastica riduzione del traffico privato attraverso investimenti sul trasporto pubblico, in primis i treni dei pendolari.

Potenziare la mobilità sostenibile e attiva con interventi a sistema: reti intercomunali, l’intermodalità tra bicicletta e altri mezzi pubblici incentivando la creazione di una rete di ospitalità diffusa.

Lavorando a livello locale e regionale, attraverso una Politica oculata di trasporto pubblico, possiamo ridurre il livello di inquinamento nella nostra regione.

 

SaveSave

SaveSave

Lombardia: di tutti, per tutti. Salute e Welfare

febbraio 28, 2018 § Lascia un commento

SALUTE E WELFARE
Salute e Welfare riguardano tutti. È necessario ridurre le disuguaglianze territoriali e sociali di accesso a sanità e welfare.

Per una Sanità più vicina ai cittadini, dobbiamo investire di più sulla dimensione territoriale con piccole strutture a bassa intensità di cura. Per pensare alle cure, ma anche allo stare bene.
Riequilibrare gli investimenti dedicando più risorse all’assistenza diffusa e domiciliare.

C’è necessità di una ricognizione aggiornata e di un’analisi dei bisogni di specialità e di personale per ottimizzare le risorse. No all’esubero di centri specialistici dello stesso ambito (34 cardiochirurgie che sono il numero complessivo della Francia!).

Maggiore impegno per accorciare le liste d’attesa nel pubblico.
No al superticket per chi ha redditi bassi e potrebbe rinunciare a curarsi.
Ticket progressivo secondo reddito ISEE.

Borse di studio in Medicina legate alle necessità  di reperimento (esempio medicina generale).

SaveSave

TUTELA DELLE ACQUE

febbraio 27, 2018 § Lascia un commento

Lombardia, regione delle acque
I dati sulla qualità del reticolo idrico lombardo (solo nella Città Metropolitana costituto da 8.000 km tra fiumi, canali, rogge) uno dei più capillari e sviluppati al mondo, indicano che solo un terzo dei corsi d’acqua è in buono stato. Preoccupante anche il fatto che l’80% delle acque sotterranee non raggiunga gli standard qualitativi stabiliti dalla Commissione Europea.

È necessaria una decisa inversione di rotta rispetto all’allocazione di risorse, potenziando le esperienze di “riqualificazione dei bacini”, nell’ambito dei Contratti di Fiume (accordi formali tra pubblico privato e cittadini). In considerazione dei riflessi positivi che questo avrà sugli aspetti paesistico-naturali e ambientali del territorio, e sulla vita stessa dei cittadini si potrebbe vincolare l’utilizzo di parte dei proventi dell’uso delle acque a interventi di riqualificazione del fiume e alla valorizzazione del suo intorno in chiave turistica (es. piste ciclabili lungo gli argini).

SaveSave

SaveSave

SaveSave

SaveSaveSaveSave

SaveSave

SaveSave

DIRITTO ALLO SPORT

febbraio 26, 2018 § Lascia un commento

Il ruolo svolto dallo #sport nella società in termini di #salute e di #integrazione sociale è ampiamente riconosciuto. Va ribadito e promosso lo sport inteso come #diritto della persona al #benessere fisico, alla salute, alla gestione del proprio tempo libero, allo svago.

La dimensione sociale dello sport va quanto più estesa a tutti i cittadini come pratica accessibile, superando la visione dello sport come mera pratica agonistica, e rivolta quindi anche agli #anziani, alla prima #infanzia, ai #disabili, alle #donne, agli #immigrati, superando anche le forti differenze sociali e di genere.

Lo sport ha forte valenza educativa e come strategia di integrazione sociale deve vedere il moltiplicarsi degli attori coinvolti in direzione dello sport per tutti, per un’offerta sportiva adeguata alla pluralità di scelte.

SaveSaveSaveSave

SaveSave

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: