Speciale assestamento di bilancio- Le mie richieste alla Giunta Fontana

luglio 20, 2022 § Lascia un commento

Arriviamo a fine luglio a discutere di assestamento in bilancio, che come dice la parola stessa dovrebbe essere il momento in cui vengono corrette le previsioni iniziali del dicembre scorso, con adattamenti anche alle sopravvenute esigenze.

In breve qui di seguito vi illustro i 5 ordini del giorno (tanti ne ha a disposizione ciascun consiglieri) di cui sono prima firmataria.

Tre di questi intervengono sui sostegni alle pari opportunità: uno riguarda l’introduzione di strumenti per una più equa distribuzione delle risorse, uno prevede sostegni ai consultori, servizi territoriali diretti alla salute delle donne, e uno prevede incremento di risorse per contrastare la violenza di genere.

1.BILANCIO DI GENERE

Nella direzione di una equità nella distribuzione delle risorse è fondamentale valutare l’impatto di genere delle attività regionali, monitorando costantemente con opportuni indicatori il livello di integrazione della dimensione di genere in tutte le politiche regionali.

Come distribuisce le risorse la nostra Regione? Quali sono le ricadute degli investimenti regionali sulle diverse componenti della sua popolazione? Ci sono differenze di impatto tra i generi? Per dare una risposta a queste domande, serve uno strumento di valutazione e monitoraggio che la nostra Regione al momento non ha: il Bilancio di Genere. Per garantire pari opportunità è fondamentale monitorare annualmente l’impatto di genere delle politiche regionali.

Per questo motivo, per fotografare con chiarezza la situazione, individuare squilibri e criticità e intervenire, chiedo alla Giunta Fontana, con un ordine del giorno, che anche la nostra Regione, si doti del Bilancio di Genere, E’ uno strumento utile, già attivato in altre regioni, soprattutto per individuare azione correttive e misure specifiche per correggere le diseguaglianze di genere orientando in tal senso la programmazione strategica e la destinazione delle risorse regionali secondo criteri di equità.

Ho presentato anche alcuni emendamenti rafforzativi della realizzazione di pari opportunità.

  • 2 milioni a sostegno dell’occupazione femminile
  • 200.000 euro per borse di studio STEM destinate a ragazze
  • un fondo a sostegno della pratica sportiva femminile
  • Un emendamento aggiuntivo riguarda l’incremento fondi per i comuni per gestione e funzionamento asili nido un maggior sostegno finanziario ai comuni sotto i 30.000 abitanti per il costo delle rette delle comunità dei minori)

2. POTENZIAMENTO CONSULTORI PUBBLICI

IL consultour che ho in atto da qualche mese, ha messo in evidenza con chiarezza, il disinvestimento della Giunta Regionale su quei presidi territoriali di prossimità fondamentali per la salute della donna e di tutti i cittadini.

Per questo ritengo sempre più urgente e fondamentale che siano appostate risorse adeguate perché in questi presidi sia garantita la dotazione di tutte le figure professionali previste dalla normativa, così da offrire la multidisciplinarietà degli interventi, e che siano implementate le strumentazioni diagnostiche (ecografi) e i dispositivi di telemedicina, assicurando l’erogazione di servizi e prestazioni sanitarie nell’ottica di un’appropriata medicina di prossimità, per una completa presa in carico delle gravidanze a Basso rischio ostetrico (BRO), per la diagnostica di primo livello e il pieno recepimento delle linee guida ministeriali per l’applicazione della Legge 194.

IL nuovo modello organizzativo delle Case della Comunità dovrà garantire anche la presenza dell’attività consultoriale nel rispetto della completezza e multidisciplinarietà del servizio, privilegiando soluzioni logistiche che tutelino la riservatezza.

Emendamento sul tema

  • 700.000 dotazione macchine ecografiche

3.SOSTEGNO ALLA RETE DEI CENTRI ANTIVIOLENZA

Raccogliendo la richiesta di aiuto proveniente da diversi centri che operano nell’ambito dell’accoglienza alla vittime e sul contrasto alla volenza di genere chiedo alla Giunta Fontana un impegno a garantire che le risorse ripartite nella Conferenza Stato-Regioni siano erogate con regolarità e puntualità, provvedendone anche all’eventuale anticipo.

E ad incrementare lo stanziamento regionale, che da l.r. 11/2012 dovrebbe essere pari a 1 milione/anno di risorse proprie, compensando quest’anno con un appostamento di due milioni aggiuntivi il mancato finanziamento regionale negli scorsi due anni.

  • Emendamento sul tema : stanziamento aggiuntivo di 2 milioni di euro ai cav e reti antiviolenza lombardi.

Sul tema del contrasto alla violenza di genere ho anche presentato un emendamento indirizzato direttamente alle vittime.

  • emendamento finalizzato ad uno stanziamento per finanziare il gratuito patrocinio regionale (approvato come odg a bilancio nel 2020, ma che non risulta ancora appostato);

4 RIPARTENZA SCUOLE

E’ importante che Regione Lombardia non si faccia trovare impreparata alla ripartenza delle scuole e per questo, con un ordine del giorno articolato, chiedo:

  • che siano finanziati impianti, strumenti e dispositivi di aereazione** EMENDAMENTO, con priorità agli istituti con classi più numerose, per  il miglioramento della qualità dell’aria, la climatizzazione invernale ed estiva degli ambienti, l’insonorizzazione e amplificazione nelle classi.
  • che ci siano finanziamenti per i progetti e la realizzazione di rimodulazione degli ambienti scolastici interni, e per un maggiore utilizzo degli spazi esterni per fini didattici integrativi e laboratoriali; così come per la digitalizzazione e cablatura e per l’implementazione delle tecnologie a disposizione di scuole e alunni ***ANCHE EMENDAMENTO, necessarie a incrementare forme di didattica innovativa e multimediale.
  • che vengano istituiti presidi della salute nelle scuole e negli istituti formativi;
  • che agli istituti di formazione professionale si data tempestivamente la fornitura di dei dispositivi per la protezione individuale e la sanificazione degli ambienti;

Poiché parlando di scuola non dobbiamo semplicemente preoccuparci che riparta insicurezza e basta, ma attivare maggiori investimenti e impegni finanziari in diversi ambiti ho depositato anche questi emendamenti:

  • Impianti di aereazione (10 milioni conto capitale)
  • impianti di insonorizzazione e amplificazione acustica (10 milioni)
  • Scuole sicure, Antincendio (10 milioni scuole + 2 milioni ITS)
  • Diritto allo studio Borse Universitarie (4 milioni aggiuntivi)
  • dote scuola (10 milioni aggiuntivi)
  • strumentazione digitale per famiglie e per le scuole (5 milioni per ciascun intervento9
  • Antibullismo

5 SOSTEGNO al SETTORE AUDIOVISIVO

Perché le parole scritte nel POA Cultura, dove il sostegno al settore audiovisivo è tra gli obiettivi prioritari, non restino solo parole, come ogni anno chiedo che la Giunta si impegni concretamente nel sostegno al settore cine audiovisivo che vede la Lombardia seconda solo al Lazio per peso economico e occupazionale, con un fatturato di quasi 6 miliardi, 2.000 imprese, e 20.000 operatori distribuiti in diversi ambiti, chiedo azioni concrete a supporto di un settore che potrebbe diventare un volano di sviluppo economico e di attrattività turistica per la nostra regione attraverso:

  • progetti di carattere interassessorile (Cultura, Turismo, Sviluppo Economico) da realizzarsi anche con fondi comunitari europei ((FES, FEIS, FESR), per l’accompagnamento e il sostegno alle imprese audiovisive nello sviluppo della competitività e nel processo di internazionalizzazione (destinando risorse a supporto delle imprese per la presenza  a festival, mercati, convention) per la costituzione di reti con altri soggetti europei; nonché negli investimenti strategici, con particolare attenzione alle imprese che sviluppano modalità e tecnologie produttive e postproduttive innovative e d’avanguardia;
  • un bando destinato alla promozione e alla valorizzazione delle attività cinematografiche e audiovisivo rivolto all’intera filiera del comparto sul modello di NEXT già in atto per lo spettacolo dal vivo, sostenendo momenti cosiddetti Industry e di Mercato;
  • un Film Fund, finanziamento pianificato su base pluriennale, alla produzione audiovisiva locale e nazionale sul territorio regionale,
  • il potenziamento e valorizzazione della funzione della Fondazione Film Commission come leva di sviluppo per il settore ‘audiovisivo, anche attraverso il potenziamento dell’organico, e la revisione dello Statuto nell’ottica di una maggiore centralità del sostegno all’audiovisivo;
  • supporto della formazione sull’audiovisivo, compreso il sostegno all’Alta Formazione e alla Formazione Permanente;
  • promozione della cultura cinematografica e audiovisiva attraverso campagne di sensibilizzazione per attrarre nuovi pubblici a partire dalle scuole e progetti di formazione per gli insegnanti;
  • istituzione di un tavolo permanente di confronto e ascolto attivo di operatori e associazioni, per attivare azioni e strumenti di coordinamento e coprogettazione, e individuare strategie condivise per la ripresa e il rilancio.

Emendamenti

  • FILM FUND, che manca in RL dal 2017 (5,5 milioni in tre anni)
  • sportello lavoratori spettacolo nei CPI
  • incremento risorse per tutto il comparto culturale
  • sostegno finanziario allo sviluppo e alla promozione culturale nelle aree interne e periferiche
  • sostegno per la promozione e supporto produzione audiovisiva e sale cinemat sul modello NEXT

Si aggiungono emendamenti per sostenere la mobilità ciclistica , in particolare per potenziare l’intermodalità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Speciale assestamento di bilancio- Le mie richieste alla Giunta Fontana su Il blog di Paola Bocci.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: