Saluto alla festa del Libro della Biblioteca di condominio Falcone e Borsellino.

giugno 24, 2022 § Lascia un commento

24 giugno 2022, Biblioteca Falcone e Borsellino.

Mi ha fatto particolarmente piacere essere in questa biblioteca di condominio stasera, che tiene una luce costantemente accesa su una questione che molti preferiscono non vedere, ignorando consapevolmente quello che è ormai noto da anni.

La nostra città, diciamo parte della nostra città e anche della nostra regione  rifiuta di ammettere che  le mafie sono anche qua anni in Lombardia, rifugiandosi in stereotipi che relegano le mafie al sud,nella consolatoria narrazione che qui saremmo salvi.

Non è così

Anche qui gli interessi mafiosi sono tanti, perché sono tante le opere che possono attrarre la criminalità organizzata: penso alle opere per le olimpiadi invernali, a quelle che riguardano la riqualificazione degli scali ferroviari e a tutti gli stanziamenti che arriveranno con il PNRR.

Cercheranno di nascondersi di essere invisibili, e quindi la guardia dovrà essere alta, perché è passato il tempo in cui era radicata solo in certi luoghi, è senza confini, non ha più una territorialità così marcata. E dobbiamo vigilare su tutti i territori.

Per questo ho molto apprezzato che Sala abbia rinnovato i comitati Antimafia e per la Legalità, la trasparenza e l’efficienza amministrativa del Comune di Milano.

Perché il quadro della presenza delle mafie nella nostra città non è rassicurante.

E per sconfiggere le mafie e le infiltrazioni  ci serve la cultura, in tutte le sue accezioni e manifestazioni, perché ha la forza di essere trasversale e di rivolgersi a tutte le generazioni e le fasce sociali

La lotta contro la criminalità organizzata e le mafie è una lotta quotidiana che deve essere condotta a tutti i livelli dal piccolo al grande anche una biblioteca di condominio, di quartiere, che è visibile e parla attraverso quello che fa, è un anello importante della lotta alle mafie.  

La cultura dell’antimafia si deve diffondere a partire dalle scuole e dai presidi culturali sul territorio, perché anche da qui può diffondersi la testimonianza e la memoria di chi ha sfidato le mafie per difendere i valori dell’onestà e della legalità.

Il sapere e la conoscenza sono il più forte antidoto al potere malato, alla violenza delle mafie all’omertà, a cui possono contrapporre la forza delle parole che raccontano di bellezza, legalità, e futuro sano; cultura che consente di conoscere essere informati e costruire strumenti per avere un atteggiamento critico e non superficiale sulle cose. Per non fermarsi alle apparenze.

Una biblioteca di condominio come questa fa anche questo: richiama a non essere superficiali e a non fermarsi alle apparenze.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Saluto alla festa del Libro della Biblioteca di condominio Falcone e Borsellino. su Il blog di Paola Bocci.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: