L’Italia prima in Europa a ratificare la convenzione OIL sulle molestie sul Lavoro

gennaio 13, 2021 § Lascia un commento


L’Italia è il primo paese europeo a ratificare la convenzione Oil sull’eliminazione della violenza e delle molestie nel mondo del lavoro, da oggi abbiamo uno strumento in più di tutela e sostegno soprattutto per tutte le lavoratrici, che sono le vittime più numerose di questo fenomeno.
Dopo l’approvazione alla Camera di settembre , il Senato approva la ratifica all’unanimità.
I luoghi di lavoro non sempre sono luoghi sicuri per le donne; in particolare quelli con prevalenza di presenza maschile, o quelli improntati alla conservazione dei ruoli tradizionali.
E’ un fenomeno trasversale e strutturale che resta poco visibile, anche per la difficoltà a raccontarlo e a denunciarlo. Come spesso hanno evidenziato i sindacati, è urgente la necessità di creare reti forti tra soggetti istituzionali, associazioni di categoria, organismi per la parità, perché servono azioni congiunte per far emergere il fenomeno, e attivare prevenzione e tutele.
Le molestie verbali sono la forma più diffusa (24% delle donne) mentre le molestie con contatto fisico sono state subite nel corso della propria vita dal 15,9% delle donne. Anche in Regione Lombardia  i dati ci dicono che una donna su due ha subìto molestie nel corso della sua vita professionale e lavorativa. .
L’impatto è in primis negativo sulle donne, segnate da disturbi psicologici che hanno conseguenze sulla loro attività lavorativa, portandole in estremo a dimissioni forzate, ma hanno anche costi aziendali e sociali molto alti.
“Nel nostro paese , oltre 1 milione 400 mila donne hanno subito molestie nei luoghi di lavoro. Oltre 1 milione di donne ha subito ricatti sessuali durante la propria carriera per l’assunzione o il mantenimento del posto di lavoro. (…) In questo quadro l’Organizzazione internazionale del lavoro ha approvato la convenzione che estende la definizione di reati come violenza e molestia anche a stalking e mobbing e assimila anche le comunicazioni per via telematica, ad esempio chat e mail, a luogo di lavoro, estendendo anche a questi ambiti la punibilita’ – ha aggiunto -. Oggi e’ necessaria una globalizzazione dei diritti contro lo sfruttamento delle persone e la ratifica della convenzione Oil ci fa fare un netto passo avanti. Investire sulla qualita’ del lavoro significa andare avanti con un impegno convinto e fermo a legiferare su questi temi ed attuare in pieno la Costituzione”.
Dal discorso in aula di Anna Russomando , senatrice Pd

pdl-boldrini-ratifica-convenzione-ilo-molestie-sul-lavoro
Download

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo L’Italia prima in Europa a ratificare la convenzione OIL sulle molestie sul Lavoro su Il blog di Paola Bocci.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: