Osservazioni di giuriste, psicologi e esperti al DDLPILLON

ottobre 1, 2018 § Lascia un commento

Alcune note di sintesi sui contenuti del DDL PILLON,  estratte dal documento del Forum Associazione Donne Giuriste (OSSERVAZIONI A DDL PILLON (1)

Il 10 settembre 2018 è stato presentato alla Commissione Giustizia del Senato il ddl n.735, primo firmatario il senatore Simone Pillon, che propone nuove norme in materia di affido condiviso, mantenimento diretto e garanzia di bigenitorialità. L’obiettivo dichiarato è quello di voler procedere ad una de-giurisdizionalizzazione della materia familiare, introducendo quattro modifiche sostanziali:

La mediazione civile obbligatoria per le questioni in cui siano coinvolti i figli minorenni (Art. 7, punto 2):

L’ istituto della mediazione familiare è certamente idoneo a consentire ai genitori di trovare accordi nella gestione dei figli e dovrebbe essere un servizio gratuito, non obbligatorio e nemmeno “appaltato” a privati. Il ddl sembra confondere la mediazione familiare con l’istituto delle mediazione civile.

Equilibrio tra entrambe le figure genitoriali e tempi paritari (Art. 11):

Non può sfuggire il dato statistico che a rinunciare al lavoro o a richiedere il part-time per conciliare i tempi di lavoro con i tempi di cura dei figli sono le donne.

In ogni caso questa chirurgica divisione a metà dei tempi dei figli tra i due genitori non considera l’interesse del minore, che sarebbe salvaguardato solo se ai genitori e al giudice venisse data la possibilità di valutare le singole situazioni e di adottare liberamente l’istituto dell’affidamento congiunto, condiviso, alternato o esclusivo.

Mantenimento in forma diretta senza automatismi (Art. 11):

Il mantenimento in forma diretta è un obiettivo difficilmente praticabile nella realtà attuale del nostro Paese, data la diffusa disparità delle condizioni di lavoro e dei carichi familiari che, nella maggior parte dei casi, gravano sulle spalle delle donne. Proprio perché l’obiettivo deve sempre essere l’interesse del figlio, va garantita la parità economica tra le parti e dunque un certo equilibrio tra i genitori.

Contrasto dell’alienazione (Art. 17):

Secondo il ddl, nel caso in cui il figlio manifesti rifiuto verso un genitore, ed indipendentemente dall’eventuale responsabilità dell’altro, è addirittura previsto che “pur in assenza di evidenti condotte di uno dei genitori” il giudice possa adottare provvedimenti punitivi nei confronti del genitore presunto colpevole, tra cui la sospensione/limitazione della responsabilità genitoriale e soprattutto l’inversione della residenza abituale del figlio minore.

Una aperta violazione dei principi basilari del nostro ordinamento in tema di onere della prova, oltre alla totale assenza di un rimando alla necessità di effettuare analisi attente e competenti sulle cause psicologiche di tale rifiuto.

La violenza

Anche in questo caso il ddl mostra di ignorare completamente l’importanza di escludere la presenza di violenza, o anche solo di prevaricazione, all’interno della coppia genitoriale, prima di prendere qualsiasi decisione relativa all’affidamento.

La fattispecie penale abrogata

L’art. 21 del ddl prevede l’abrogazione dell’art.570 bis del codice penale sul diritto al mantenimento dei figli, eventualmente anche maggiorenni, se privi di mezzi, e del coniuge: un autentico salto indietro, che crea un vuoto di tutela inaccettabile rispetto al concetto di responsabilità genitoriale.

Emerge chiaramente che il ddl Pillon, lanciato mediaticamente come una riforma epocale, in realtà, introducendo tali modifiche, “ingessa” la famiglia in “gabbie” imposte per legge e mostra di ignorare completamente la violazione dei diritti umani che si perpetua all’interno del nucleo familiare a danno di donne e minori.

 

Altri documenti utili:

Documento congiunto AIP-CPA pillon settembre 2018 (1)

Articoli per approfondire

Le riflessioni del Giudice Roja

http://alleyoop.ilsole24ore.co m/2018/10/03/roia-il-giudice- anti-violenza-il-ddl-pillon-e- incostituzionale/?utm_term= Autofeed&utm_medium=TWSole24Or e&utm_source=Twitter#Echobox= 1538543386

Donna moderna

https://www.donnamoderna.com/n ews/italia/perche-la-riforma-a ffido-fa-male-ai-figli

La 27.a Ora

https://27esimaora.corriere.it /18_settembre_26/donne-minori- violenza-domestica-quello-che- ddl-pillon-vorrebbe- cancellare-692d47d8-c16b-11e8- bcc0-6fbb0e9f9aa8.shtml

Intervista a Monica Cirinnà 

https://www.marieclaire.com/it /attualita/news-appuntamenti/ a23470342/ddl-pillon-bloccato/

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Osservazioni di giuriste, psicologi e esperti al DDLPILLON su Il blog di Paola Bocci.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: