Maestri laureati e maestri diplomati.

giugno 10, 2018 § Lascia un commento

2000 maestre e maestri senza laurea,  saranno esclusi dalle graduatorie per il ruolo; avevano fatto ricorso, ma  l’Avvocatura dello Stato ha avallato la sentenza del Consiglio di stato, e probabilmente nei prossimi mesi  saliranno a 10-15 mila i diplomati magistrali di cui più di 5.000 di ruolo, che rientrano in questa categoria.

Il tema è complesso e articolato e in Consiglio Regionale  è stata presentata una mozione da parte della Lega. Comprendo il senso di questa mozione, al netto di alcune inesattezze scritte dalla Lega (non è corretto parlare di licenziamenti, per 40.000 ad esempio).

La situazione del sistema scolastico coinvolge migliaia di docenti o aspiranti docenti con storie ed esperienze diverse, percorsi e titoli formativi differenti. La mozione richiama al tema della precarietà, che però non è creazione recente, ma è un’eredità accumulata nel tempo, con concorsi attivati solo dal 2012 dopo 13 anni di vuoto.

Il problema esiste e merita tutta la nostra attenzione, attenzione che si deve attivare sia nei confronti dei docenti non laureati, sia verso i giovani laureati che attendono di entrare in ruolo.

Attenzione che va rivolta anche  e anche agli studenti che potrebbero poi subire le conseguenze di criticità derivate dalla conseguente necessità di coprire i vuoti di organico.

C’è quindi la necessità di tenere insieme precariato, continuità didattica e opportunità per le nuove generazioni di insegnanti.

Sono d’accordo che il nostro Paese non possa non dare opportunità a tanti docenti che GIA’ lavorano nelle scuole,  e hanno lavorato , maturando esperienza e competenza, e per questo è stato reintrodotto dopo anni di assenza lo strumento del concorso,  con possibilità di accesso anche agli insegnanti non laureati.

Ma io non ritengo praticabile né corretto  richiamare alla promessa e attuazione di  una sanatoria INDIFFERENZIATA senza criteri.

Piuttosto dobbiamo richiamare l’impegno a ridare impulso ad un sistema di formazione, abilitazione e reclutamento del corpo insegnante che dia CERTEZZE NEI TEMPI E NEI PERCORSI,  che sappia selezionare attraverso i concorsi per prova e i concorsi per titoli, tutelando chi già lavora , ma senza discriminare i giovani laureati abilitati. Suggerendo l’introduzione di percorsi di abilitazioni, come le TAF, tirocini formativi attivi. E in ambito Parlamentare IL PD presto depositerà una proposta.

C’è necessità di dare risposte ma senza  scatenare conflitti tra insegnanti con percorsi diversi, e offrendo realmente ai giovani laureati che vogliono fare gli insegnanti la possibilità di poterlo fare.

 

Teacher Writing on Blackboard

Una via potrebbe essere un nuovo concorso, riservato ai  non laureati con accesso solo alle graduatorie di istituto. e a breve sarà convocato un  tavolo con il Miur per trovare una soluzione, la seconda via è un  provvedimento di legge da parte del Parlamento.

Ci sono però circa 23.000 laureati, che stanno aspettando di entrare nelle graduatorie, dove ora sono inseriti anche i diplomati.

Diceva Don Milani:

“Il problema qui si presenta tutto diverso dalla scuola dell’obbligo. Là ognuno ha un diritto profondo a essere fatto eguale. Qui invece si tratta solo di abilitazioni … per le patenti siate severi. Ma non bocciate l’autista perché non sa la matematica, o il medico perché non sa i poeti … Siete sicuri che per fare un buon maestro sia indispensabile il latino?”.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Maestri laureati e maestri diplomati. su Il blog di Paola Bocci.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: