Tra buona formazione e fortuna.

aprile 14, 2018 § 2 commenti

Facciamo un indovinello.
Chi può aver scritto un articolo dal titolo “Il successo te lo dà Sanculo, il talento conta molto poco”? (E il titolo è già di una raffinatezza estrema)
E poi nel testo incalza: “(…)è dimostrato che tra una persona di valore e una mediocre, la seconda in genere ha più successo della prima, e questo semplicemente perché, che ci crediate o no, è stata più fortunata’
Lo scrive un opinionista di ‘Amici’, o di altra trasmissione nazionale popolare (con tutto il rispetto per queste trasmissioni) ? O un vincitore/vincitrice di un talent o di una trasmissione a premi?
Non è così, ahimè.
Lo scrive # MelaniaRizzoli, neo nominata da #AttilioFontana ad Assessore alla Formazione della Giunta Lombarda, commentando, direi compiaciuta e poco critica o ironica – ma magari mi sbaglio, magari- una ricerca dell’Università di Catania su Libero.
Aggiunge, l’assessora, in una frase senza fine, che la ‘fortuna’ ha bisogno di buoni punti di partenza per dispensare aiuto, quali famiglia e paese in cui si nasce, possibilità di accedere a scuole di buon livello , essere inseriti in una ‘pregiata Rete relazionale ‘.
Ecco devo dire che proprio questo mi aspettavo da una persona che si occuperà nei prossimi anni di Formazione e Istruzione in una regione dove cresce l’abbandono scolastico, e il numero di NEET. Mi aspettavo proprio che scrivesse acriticamente di una ricerca che sostiene che poco serve impegnarsi e studiare perché valgono più la fortuna e le condizioni privilegiate di partenza. Con buona pace di quei genitori che con sacrificio e fiducia, fanno studiare i propri figli più di quanto magari hanno potuto fare loro.
Ecco proprio questo mi aspettavo, non tanto che avesse invece l’obiettivo di lavorare per restituire fiducia e valore nell’istruzione e nella formazione, a quelle famiglie e a quei ragazzi e ragazze che vivono nell’incertezza e nello sconforto di un futuro professionale frustrante rispetto a quanto hanno studiato.
Ma forse sbaglio io a pensare che un assessore debba avere questi obiettivi.
Forse era ironica e critica .
O forse siamo sul set di Amici e non me ne sono accorta.

Annunci

§ 2 risposte a Tra buona formazione e fortuna.

  • Barbara Farne ha detto:

    Brava Paola, denuncia queste situazioni! Nel mio piccolo al tavolo minori del Municipio 5 siamo in tanti a lavorare per i nostri ragazzi, e i primi in lista sono quelli che i privilegi non li hanno mai visti! Un abbraccio e buon lavoro. Barbara

  • Paola Bocci ha detto:

    Cara Barbara, la parità di accesso allo studio, la buona formazione, la corrispondenza tra domanda e offerta, sono tra i compiti a cui deve assolvere la Regione in materia di formazione. Vigileremo perché ciò avvenga e daremompeoposte concrete in merito.
    Non staremo a guardare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Tra buona formazione e fortuna. su Il blog di Paola Bocci.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: