#Sicurezzastradale nei confronti dei #ciclisti e ricordo del ciclista investito in zona Navigli (Art 21 cons Bocci CC 10.7.17)

luglio 11, 2017 § 1 Commento

CICLISTI_10luglio – Sicurezza stradale  e mobilità ciclabile in prossimità dei cantieri – Imtervento ai sensi dell’Articolo 21 in Consiglio Comunale del 10 luglio 2017

Grazie, Presidente.

Vorrei chiedere prima di tutto un minuto di silenzio per  il ciclista che nei giorni scorsi è stato travolto ed è rimasto ucciso da un camion di cantiere nei pressi di Corso Genova, Franco Rindone. Credo che quanto sia successo meriti una…

PRESIDENTE BERTOLÉ: Mi scusi Consigliera, invito nuovamente i colleghi a prendere posto e a fare silenzio, oltretutto anche per il tema sollevato mi sembra doveroso da parte dell’Aula.

Prego Consigliera.

CONSIGLIERE BOCCI: Credo che sul tema della sicurezza stradale per i ciclisti vada posta una grande attenzione e non si possa liquidare con facili soluzioni, perché non ci sono soluzioni facili in questo caso. Sicuramente le condizioni odierne della viabilità a Milano, con i tanti cantieri stradali che abbiamo,  con la presenza contemporanea sia di pedoni  sia di ciclisti, mezzi di lavoro, scooter e auto private – che condividono uno spazio e una carreggiata sempre più ridotta – possono portare ad incidenti gravi anche di questo tipo.

Abbiamo ragionato in questa sede… scusate io chiederei un po’ di attenzione per favore. Abbiamo ragionato spesso anche in questa sede, facendo mozioni in questo senso, ma credo che l’attenzione non sia mai abbastanza. Abbiamo parlato in questa sala, in una Commissione sulla disabilità, dell’attenzione che va messa nelle zone di cantiere per le persone disabili fisiche e non, per la segnalazione di cantieri. Credo che un’attenzione particolare vada riservata ai ciclisti e penso che la soluzione non sia l’eliminazione delle biciclette nelle zone dei cantieri,  ma ascoltare tutte le associazioni dei ciclisti per capire quali siano le soluzioni migliori

Sicuramente non sono  soluzioni estreme né da una parte né dall’altra, ma se noi in questi anni avessimo cominciato a ragionare su piccole accortezze, come  le Courtesy Line, ormai in voga in tutti i Paesi stranieri, che sono quelle linee che consentono alle biciclette di stare davanti alle macchine quando sono ad un semaforo,  sulla durata dei semafori nelle zone di cantiere, sulla velocità ridotta nelle zone di cantiere, saremmo più avanti.

Conosco molto bene la zona dove è avvenuto l’incidente perché abito lì vicino e vi passo anche molto spesso in biciclett.  Bisogna avere una segnaletica molto più adeguata e un’attenzione alla convivenza di traffici differenti in quell’area. L’anello della circonvallazione stretta dei Navigli in questo momento è molto penalizzato dall’avere la convivenza di aree ciclabili e cantieri M4; piste ciclabili che in condizioni normali garantiscono tutele, quando però non ci passano le moto, quando non ci sono veicoli parcheggiati su cui chiedo che ci sia molta più attenzione e molte più sanzioni (perché molto spesso in quel tratto di strada che accompagna la circonvallazione dei Navigli che è tutta ciclabile troviamo spesso mezzi, furgoncini parcheggiati in pista ciclabile, troviamo moto che percorrono quella stessa corsia preferenziale).

Invito l’Assessore di competenza, forse gli Assessori, vedo qui anche l’Assessore Rozza, ma anche l’Assessore alla Mobilità, ad incontrare i responsabili e i rappresentanti delle associazioni dei ciclisti milanesi e non solo per ragionare insieme su quali siano le soluzioni migliori. Abbiamo spesso parlato anche dell’eliminazione del pavè, non sono solo le rotaie del tram che mettono in pericolo la sicurezza dei ciclisti, ma sono anche pavè sconnessi. Poi io sono d’accordo che molte volte anche il ciclista deve essere in qualche modo più attento e più rispettoso del codice della strada, l’utilizzo del telefono, l’attenzione, i fari di notte, però io credo che sia venuto il momento di aprire un tavolo molto serio di ascolto per elaborare delle proposte insieme alle associazioni di ciclisti milanesi. Ringrazio per

l’attenzione e porgo ancora un saluto ed esprimo la mia vicinanza alla famiglia di Franco Rindone, che è rimasto vittima dell’incidente.

Grazie.

PRESIDENTE BERTOLÉ: Grazie. La Consigliera Bocci ha chiesto di poter tenere un minuto di silenzio, credo che sia opportuno accogliere questa richiesta, quindi dedichiamo un minuto di silenzio alla memoria di Franco Rindone,

Annunci

§ Una risposta a #Sicurezzastradale nei confronti dei #ciclisti e ricordo del ciclista investito in zona Navigli (Art 21 cons Bocci CC 10.7.17)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo #Sicurezzastradale nei confronti dei #ciclisti e ricordo del ciclista investito in zona Navigli (Art 21 cons Bocci CC 10.7.17) su Il blog di Paola Bocci.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: