Perchè mi candido in Consiglio Comunale a Milano

aprile 8, 2011 § Lascia un commento

Amo molto la nostra città, qui sono nata e qui sono cresciuta.

Ma negli ultimi anni l’ho vista cambiare in peggio e diventare sempre più inquinata, trascurata, poco accogliente, difficile, chiusa in se stessa. In una parola non per tutti. Dopo aver fatto il consigliere di Zona per cinque anni, mi candido in Consiglio Comunale, nella lista del Partito Democratico, a sostegno di Giuliano Pisapia Sindaco, perché non mi basta elencare le cose che non mi piacciono, ma voglio provare a cambiarle con un po’ di coraggio. Vorrei una città partecipata, governata con onestà e trasparenza, respirabile, pulita. Capace di futuro perché investe sulle sue scuole pubbliche, le ristruttura e le tiene aperte tutto il giorno, tutti i giorni, per crescere cittadini migliori, che rilancia le sue scuole civiche, per dare a tutti le stesse opportunità di istruzione, formazione e cultura. Vorrei una città a misura dei più piccoli, attenta al loro benessere e alla loro crescita, ai loro diritti di camminare, correre, giocare, al diritto di avere tutti un posto in asili nido meno costosi e di crescere in scuole materne di qualità. Una Milano con le donne protagoniste, presenti dove si decide, rispettate e libere di muoversi e di lavorare, che crea per loro servizi accessibili e diffusi, per conciliare meglio lavoro e famiglia; una città che sostenga tutte le cittadine, giovani e meno giovani, studentesse e lavoratrici, con un lavoro sicuro o precario, o  senza un lavoro, nella scelta di avere un figlio, nella cura degli anziani, nel desiderio di avere accanto a sé i figli lasciati in altri paesi. Una città che faccia sentire meno soli e ancora utili gli anziani. Una città più facile e attenta ai bisogni quotidiani dei più vulnerabili, di chi è disabile o ha bisogno di cure. Che incoraggi l’incontro e lo scambio tra le culture, a cominciare dai bambini e dalle bambine, dai ragazzi e dalle ragazze, facendoli sentire ugualmente cittadini anche se provengono da altre parti del mondo. Una città a portata delle tasche e dei desideri dei giovani, che crei opportunità di lavoro e di aggregazione per loro, che offra case dagli affitti accessibili per chi studia ancora e per chi ha appena cominciato a lavorare. Una città che rilanci con forza un progetto complessivo per la cultura, adeguato alla sua dimensione europea.

Per dare più voce a tutte queste voci mi candido in Comune, perché l’impegno politico per me significa superare le logiche individuali, ascoltare e aprire il dialogo con la società tutta, per realizzare il bene comune.

Per una città migliore  con gli stessi diritti e gli stessi doveri per tutti, dove ciascuno si possa sentire cittadino attivo.

Annunci

Tag:, , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Perchè mi candido in Consiglio Comunale a Milano su Il blog di Paola Bocci.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: